COME FARE PER

Cambio Nome e Cognome cittadini italiani

Descrizione:

Il cittadino italiano che vuole cambiare, per se stesso o per il minore di cui è tutore/genitore, il nome o aggiungere al proprio un altro nome, o cambiare il cognome, anche perchè ridicolo o vergognoso o perchè rivela l'origine naturale, o aggiungere al proprio un  altro cognome, deve rivolgersi alla Prefettura del proprio luogo di residenza o presso la Prefettura competente del luogo di nascita in cui è stata registrata la nascita.


Come Fare:

La richiesta alla Prefettura competente, deve essere presentata in bollo (€. 16,00), corredata di dichiarazione sostitutiva di certificazione, ha carattere eccezionale ed è ammessa esclusivamente in presenza di situazioni oggettivamente rilevanti, supportate da adeguata documentazione e da significative motivazioni ed in caso di accoglimento, il richiedente viene autorizzato dal Prefetto a far pubblicare per 30 gg consecutivi all’Albo Pretorio digitale del Comune di nascita e del Comune di residenza (se diverso), un avviso contenente la sintesi della domanda.

 


Informazioni specifiche:

La richiesta di pubblicazione all’Albo Pretorio Digitale, deve essere trasmessa al Comune di nascita e al comune di residenza (se diverso), compilando il modulo apposito e allegando copia dell'autorizzazione del cambiamento di nome/cognome della Prefettura e copia del documento di identità in corso di validità.

Può essere presentata personalmente presso gli sportelli dei Servizi Demografici oppure via posta raccomandata A/R o via PEC.
Chiunque ritenga di avere interesse può fare opposizione al Prefetto non oltre il termine di trenta giorni dalla data dell'ultima affissione o notificazione.

Trascorsi i 30 giorni senza che sia stata fatta opposizione, il richiedente deve presentare alla Prefettura i seguenti documenti: 
-  copia dell'avviso con relazione che attesta l'avvenuta affissione e la sua durata;
-  prova delle eseguite notificazioni se prescritte.

Il Prefetto, accertata la regolarità delle pubblicazioni e vagliate le eventuali opposizioni, può accogliere o respingere la domanda, emettendo apposito decreto. L’effetto del cambiamento o dell’aggiunta del nome o del cognome è subordinata all’annotazione del decreto sull’atto di nascita del richiedente, sull’atto di matrimonio, e negli atti di nascita di coloro che ne hanno derivato il cognome.

Se la nascita o il matrimonio dell'interessato è avvenuto in altro comune, diverso da quello di residenza, l'Ufficiale dello Stato Civile del luogo di residenza deve dare prontamente avviso del cambiamento o della modifica all'Ufficiale dello Stato Civile del luogo di nascita o del matrimonio per effettuare analoga annotazione.


Dove Rivolgersi:
Ufficio Servizi Demografici (vedi dettaglio e orario di apertura)

Riferimenti Normativi:
DPR n. 396 del 3 novembre 2000
DPR n. 54 del 13 marzo 2012


Collegamenti:
- Cambio nome e cognome
Documenti allegati:
File pdfRICHIESTA PUBBLICAZIONE ALL'AP (6,79 KB)

File pdfAVVISO CAMBIO NOME/COGNOME (41,02 KB)