Comune di Carrù - Provincia di Cuneo - Piemonte

domenica 22 ottobre 2017

Navigazione del sito

Percorso di navigazione

Ti Trovi in:   Home » Guida turistica » Via Cavour

Stampa Stampa

GUIDA TURISTICA

Via Cavour

La visita guidata prosegue dalla piazza lungo via Cavour, l'antica via dei Morelli.Percorrendo la via, sul lato destro si costeggia il prospetto in mattoni e pietre, in parte di recupero, che compongono la struttura della Chiesa di San Sebastiano. Si può notare anche il profilo del campanile settecentesco della confraternita.

Su un edificio posto sul lato sinistro della strada sorge il pilone settecentesco dedicato alla Vergine, che è inserito nella parete della casa.É composto da una cornice in stucco e da un affresco databile circa alla metà del Settecento. La via dei Morelli ripercorre in parte l'antica linea delle mura, che circondavano il paese. Proseguendo lungo le antiche mura si raggiunge la zona di Scursafea, attraverso cui si accede alla scalinata, la scorciatoia per la stazione ferroviaria di Carrù, costruita nel fondovalle nella seconda metà dell'Ottocento.

Alla base del palazzo in fase di ristrutturazione si possono osservare alcuni frammenti delle antiche fortificazioni. In questa zona esisteva una torre che dominava la valle del fiume Tanaro e, nel corso del Cinquecento, questo punto fu fortificato con terrapieni. I frammenti delle mura segnano il tracciato, lungo cui terminava anticamente una parte del concentrico di Carrù.

Tra Sette e Ottocento sorsero numerose abitazioni civili, che allargarono in questo modo i confini del concentrico.Il palazzo in fase di ristrutturazione apparteneva in epoca francese alla famiglia Servetti.Nella metà dell'Ottocento fu la sede della caserma dei Reali Carabinieri.

In seguito divenne proprietà della Parrocchia e fu conosciuto come Oratorio. In via Cavour sorge la piccola cappella di San Luigi, che fu edificata verso il 1880 come Oratorio per i fanciulli, raccogliendo le offerte dei cittadini di Carrù e dei paesi vicini. Dalla destinazione della chiesa come Oratorio deriva il nome attribuito comunemente a tutto il complesso. La cappella presenta un'architettura sobria: internamente ha un'aula unica ed è caratterizzata da un bel campanile di mattoni a vista. Il disegno dell'edificio si può riferire al geometra carrucese Pio Conti, uomo di spiccato ingegno, che collaborò alla realizzazione della Villa di Fontanafredda e dei campanili del Santuario di Vicoforte e progettò la romantica Villa Ester della “ballerina” di Clavesana.

Nell'antica via dei Morelli è situato anche un palazzo, che fra Otto e Novecento fu abitato dai conti Alessi di Canosio. L'edificio aveva sale con volte dipinte con decorazioni risalenti all'Ottocento e, nel cortile interno, sorgeva un giardino esotico.In questa via, intorno alla prima metà dell'Ottocento, sorgeva anche una piccola sala teatrale, che è riferita da alcuni documenti.Ma non è stato possibile conoscere la sua ubicazione esatta in un edificio particolare.





Riferimenti del comune e Menu rapido


Comune di Carrù, Piazza Municipio, 6
12061 Carrù (CN) - Telefono: +39 0173-757711 Fax: +39 0173-757730
C.F. 00335810040 - P.Iva: 00335810040
E-mail: protocollo.segreteria@comune.carru.cn.it   E-mail certificata: comune.carru.cn@cert.legalmail.it