Comune di Carrù - Provincia di Cuneo - Piemonte

domenica 22 ottobre 2017

Navigazione del sito

Percorso di navigazione

Ti Trovi in:   Home » Guida turistica » Piazza Dante

Stampa Stampa

GUIDA TURISTICA

Piazza Dante

L'area intorno all'attuale biblioteca era l'accesso al concentrico del paese attraverso il Ponte Sottano. Anticamente la zona era detta “baluardo Petitti”, dal nome di una famiglia presente nel Settecento, che gestiva la conceria Petitti ubicata nel vallone.

L'attuale Cinema-Teatro, dedicato ai fratelli Vacchetti, era già stato un teatro e prima ancora costituiva l'antica Chiesa di San Giuseppe, risalente al Seicento. L'attuale biblioteca civica era l'ala ottocentesca del mercato dei polli e delle uova. La piazza Dante (già piazza Statuto) era occupata da abitazioni modeste, tettoie, cortili privati e, solo nella seconda metà dell'Ottocento, diventa una vera piazza.

Si affaccia oggi sulla piazza e in origine su un cortile l'antico Palazzo Boschetti-Dalanzo-Avagnina, che prende il nome da famiglie del luogo. Il prospetto affrescato del palazzo rappresenta una delle pagine figurative carrucesi più ricche di fascino.

La decorazione pittorica è giocata su finti elementi architettonici, come le cornici delle finestre e il bugnato d'angolo, che si accostano a delicati elementi naturalistici.Sono da notare la gabbietta con l'uccellino, il vaso di fiori, i vetri rotti dipinti e soprattutto la sorridente figura della dama, che si affaccia da una finestra con la rocca e il fuso tra le mani.Il turbante svetta sull'ampia fronte e incornicia il viso tondo e allegro della donna; la sporgenza del ventre sotto le pieghe del vestito fa pensare a una maternità. La dama è un fresca immagine, che sembra raccontare un momento di tempo fermato, un frammento lontano di vita quotidiana, un dialogo “metafisico” con chi molti anni fa come oggi si ferma a guardarla.

La vasta superficie della facciata decorata, vincolata dalla Soprintendenza fin dagli anni quaranta, rappresenta la decorazione esterna più antica del concentrico del paese.Risale ai primi decenni del XVIIº secolo, ma il gusto e l'impostazione conducono a formule tardo cinquecentesche. Molte abitazioni civili conservano tracce di decorazione sulle facciate esterne, espressioni di un gusto, che dai primi anni del Seicento arriva fino agli inizi del Novecento attraverso il variare di moduli e formule, anche se molte sono state cancellate da interventi successivi. Questa decorazione si inserisce in un gusto diffuso particolarmente nelle zone del Saviglianese e del Saluzzese (vedi il castello di Lagnasco e la villa Maresco a Savigliano).Altro elemento caratterizzante di piazza Dante è la Chiesa della Confraternita dei Battuti Bianchi, dedicata a San Sebastiano.





Riferimenti del comune e Menu rapido


Comune di Carrù, Piazza Municipio, 6
12061 Carrù (CN) - Telefono: +39 0173-757711 Fax: +39 0173-757730
C.F. 00335810040 - P.Iva: 00335810040
E-mail: protocollo.segreteria@comune.carru.cn.it   E-mail certificata: comune.carru.cn@cert.legalmail.it